Crea sito

Cure per l'Osteoporosi

La terapia deve essere prescritta in base alle caratteristiche specifiche di ogni paziente.

Deve essere scelta con cura e deve rispettare l'essenza della donna.

Deve essere progettata e studiata nei minimi dettagli, come un vestito su misura.....

Dott.ssa Vincenza De Falco

Terapie specifiche per curare l’Osteoporosi in Menopausa

31/05/2013

 

Anche nel caso dell’osteoporosi la terapia va personalizzata e modellata su ogni paziente, non esiste una terapia che va bene per tutte.

Esistono vari tipi di farmaci che possono essere utilizzati per la cura di questa malattia, ma vi ricordo che la prevenzione cominciata dall’infanzia è fondamentale, se non l’avete fatta voi, fatela fare alle vostre figlie.

Voglio sottolineare che per ogni terapia, e quindi anche per queste indicate per l’osteoporosi è importante:

- Assumere regolarmente la terapia secondo la prescrizione del vostro ginecologo o medico curante
- Non interrompetela di vostra iniziativa, perché magari vi sembra una cura troppo lunga.


Le cure dell’osteoporosi nella maggior parte dei casi devono essere assunte per anni, non per due mesi o sei mesi come a volte fanno alcune pazienti.

Per alcune di voi saranno cose scontate, ma per altre non è così: interrompere prima del tempo prestabilito dal vostro medico, o assumere in modo scorretto o saltuario la terapia vanifica i risultati e compromette l’efficacia dei farmaci che vi sono stati prescritti.
La terapia va interrotta prima, solo qualora si dovessero verificare effetti indesiderati, da comunicare subito al vostro medico curante.

I farmaci e gli integratori che attualmente vengono utilizzati per il trattamento dell’osteoporosi sono:

 

INTEGRATORI

 

CALCIO e VITAMINA D


Gli integratori a base di calcio vanno assunti sempre su consiglio del medico curante.
Sotto forma di compresse, bustine o compresse effervescenti, in commercio ne esistono di vari tipi (carbonato di calcio,calcio citrato, ecc.) e possono essere associati alla vitamina D.


Gli integratori a base di vitamina D e i suoi derivati attivi sono in grado di favorire l’assorbimento intestinale del calcio e quindi intervengono positivamente sulla mineralizzazione dell’osso.
Vanno assunti quando ci sono problemi di osteopenia o osteoporosi e quando la dieta è carente della quota di calcio e vitamina D, necessaria ai nostri fabbisogni, quindi è inutile prenderli se si segue abitualmente un tipo di alimentazione già ricco di calcio, e non è opportuno assumerli, se e quando necessitano, senza una guida del medico curante che potrà stabilire il tipo e il dosaggio di calcio e/o vitamina D più adatto a voi.


Quindi anche e per gli integratori di calcio e vitamina D:             
NO al “fai da te”

 

FARMACI


1) Terapia Ormonale Sostitutiva (TOS) più precisamente è la componente ESTROGENI, quella che va ad agire sull’osso, per essere efficace sull’osso deve iniziare subito dopo la menopausa ed essere assunta per lunghi periodi. Vanno valutati attentamente quindi i benefici ma soprattutto i rischi di una terapia ormonale sostitutiva per lungo tempo.

2)  BIFOSFONATI sono farmaci che riducono il riassorbimento dell’osso. Quelli più utilizzati sono l’alendronato, l’ibandronato e il risedronato da assumere per via orale Esistono anche altri tipi di bifosfonati che possono essere somministrati per via endovenosa

3) SERM sono farmaci che agiscono in maniera simile a quella degli estrogeni, ma a differenza degli estrogeni non hanno effetti potenzialmente negativi sul seno e sull’utero.

4) RANELATO DI STRONZIO: agisce bloccando la fase di distruzione dell’osso e stimola la formazione.

5) DENOSUMAB è un farmaco che blocca gli osteoclasti, riducendo quindi il riassorbimento osseo


 

 

INFORMAZIONI E CONTATTI

Compilare il modulo sottostante per informazioni e prenotazioni:

N.B: Si prega di NON INVIARE RICHIESTE PERSONALI DI CONSULTO ON LINE, in quanto non potranno avere risposta. 

La dott.ssa De Falco, fornisce gratuitamente consulti on line, esclusivamente sul sito: www.medicitalia.it 

Grazie