Giornata Mondiale della Menopausa: 18 ottobre

Qual è lo scopo della Giornata Mondiale della Menopausa?

Ce lo spiega la Società Internazionale della Menopausa, International Menopause Society (IMS): 

“La Giornata Mondiale della Menopausa si tiene ogni anno il 18 ottobre. 

Lo scopo della giornata è sensibilizzare sulla menopausa e supportare le opzioni per migliorare la salute e il benessere. 

Incoraggiamo i professionisti e le donne a partecipare a questa campagna di sensibilizzazione globale stampando e condividendo questi materiali, organizzando eventi per coinvolgere le loro comunità e condividendo post sui social media sulla Giornata mondiale della menopausa"

 La International Menopause Society (IMS), in collaborazione con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha designato il 18 ottobre come Giornata Mondiale della Menopausa. 

In osservazione della giornata, l'IMS e le società nazionali membri della CAMS, il Consiglio delle Società Affette da Menopausa, distribuiscono materiali e organizzano attività per informare le donne sulla menopausa, la sua gestione e l'impatto della perdita di estrogeni. 

Poiché non è sempre possibile per le società locali organizzare attività per questo giorno specifico, l'IMS ha ora designato ottobre come Mese Mondiale della Menopausa. 

Le società locali possono anche collaborare con altre organizzazioni che lavorano nel campo della salute delle donne adulte, come le Società per l'Osteoporosi e le Società per il Cancro al Seno, per organizzare eventi congiunti.
Con l'invecchiamento della popolazione mondiale, ci sarà un numero crescente di donne che entrano in menopausa e vivono oltre la menopausa. I potenziali sintomi della menopausa possono avere un impatto negativo sulla qualità della vita quotidiana. 

Inoltre, le conseguenze della menopausa possono portare a una serie di malattie legate all'età, tra cui malattie cardiache e osteoporosi. 

Le nazioni di tutto il mondo dovrebbero continuare a educare le donne alla menopausa e ai benefici dell'assistenza sanitaria preventiva.
L'IMS spera che le società nazionali coglieranno l'occasione del Mese Mondiale della Menopausa per evidenziare la crescente importanza dei problemi di salute della menopausa, contattando le donne del loro paese per incoraggiarle a parlare con i loro medici della menopausa e dei suoi effetti a lungo termine. 

*********************

GINECOLOGA ESPERTA in Menopausa e Premenopausa

La dott.ssa Vincenza De Falco è specializzata in Ginecologia e Ostetricia ed è esperta per la diagnosi e il trattamento dei disturbi legati alla menopausa.

Da più di vent'anni si dedica con particolare attenzione alla salute della donna in premenopausa e in menopausa, portando avanti con passione progetti di studio e di ricerca.

Fornisce le seguenti consulenze specifiche per il periodo che precede (pre-menopausa) e durante la menopausa a Roma:..

Informazioni e Prenotazioni: Tel: 351 8401750

DOVE SIAMO

 ESCAPE='HTML'

viale Regina Margherita, 239 - 00198 Roma

*********************

Giornata Mondiale della Menopausa 2019

Qual è il tema della Giornata mondiale della menopausa 2019?

Nella Giornata mondiale della menopausa: la Giornata mondiale della menopausa 2019 l'IMS ha elaborato:

“Il tema della Giornata mondiale della menopausa 2019 è il "testosterone per le donne di mezza età". Le informazioni contenute nelle risorse sono tratte dalla Dichiarazione sulla posizione del consenso globale sull'uso della terapia con testosterone per le donne , che è stata lanciata dall'IMS il 2 settembre 2019 ”.

"Il testosterone può aiutare ad alleviare alcuni problemi legati alla salute della menopausa. Il testosterone è un ormone comune a donne e uomini, sebbene gli uomini ne producano quantità molto maggiori. Nelle donne, il testosterone è un ormone essenziale. La perdita di desiderio e soddisfazione sessuale sono sintomi comuni tra le donne in postmenopausa e il testosterone, in una dose appropriata per le donne, può essere molto efficace nel migliorare il desiderio e la soddisfazione sessuale ”.

Qual è la dichiarazione di posizione di consenso globale dell'IMS sull'uso della terapia con testosterone per le donne?

Nella Giornata mondiale della menopausa 2019 - Dichiarazione di posizione di consenso globale sull'uso della terapia con testosterone per le donne: l'IMS spiega:

“Questa dichiarazione di posizione è stata sviluppata, per consenso tra le organizzazioni partecipanti, per informare gli operatori sanitari dei benefici noti e dei potenziali rischi della terapia con testosterone per le donne. 

Gli obiettivi erano fornire una guida chiara su quali donne potrebbero trarre beneficio dalla terapia con testosterone, identificare sintomi, segni e condizioni per le quali prove non supportano la prescrizione del testosterone, esplorare aree di incertezza e identificare eventuali pratiche di prescrizione che hanno il potenziale per causare danni ”. 

Quali organizzazioni hanno approvato questa posizione?

Nella prima pagina della dichiarazione di posizione di consenso globale sull'uso della terapia con testosterone per le donne - le 11 organizzazioni sono:

Società Internazionale della Menopausa
Società Endocrinologia
Società Europea Menopausa e Andropausa
Società Internazionale di Medicina Sessuale
Società internazionale per lo studio della salute sessuale delle donne
Società Nordamericana per la Menopausa
Federation Latino Americana de Sociedades de Climaterio y Menopausia
Royal College of Ostetrici e Ginecologi
Società Internazionale di Endocrinologia
Società Endocrinologia dell'Australia
Collegio Reale Australiano e Neozelandese di Ostetrici e Ginecologi 

Il testosterone nella donna

Nella donna gli androgeni sono ormoni prodotti dalle ovaie e dalle ghiandole surrenaliche; l’ormone più importante tra gli androgeni è il testosterone.

Il testosterone viene in parte prodotto direttamente a livello ovarico e da qui rilasciato nel circolo ematico, in parte convertito da precursori ormonali sintetizzati a loro volta nell’ovaio e nel surrene, quali il DHEA e l’androstenedione.

Sia nell’uomo che nella donna, il testosterone ha un effetto diretto sulla cellula, ma viene in parte convertito ad estrogeni, esercitando importanti effetti biologici attraverso l’azione estrogenica  

La concentrazione ematica di testosterone nell’uomo è 10-20 volte superiore rispetto alla donna; tali livelli determinano i caratteri maschili comunemente associati al testosterone, quali il tono di voce, la distribuzione corporea dei peli, la massa muscolare e così via.

I livelli in circolo di testosterone nella donna tendono a raggiungere un picco intorno ai 20 anni, quindi si assiste a un declino graduale con l’avanzare dell’età. Intorno all’epoca della menopausa i livelli di testosterone circolante sono circa un quarto rispetto al picco massimo  

Tuttavia, intorno ai 65-70 anni, la concentrazione ematica di testosterone torna ad essere simile a quella che si osserva nelle donne giovani  

In caso di asportazione di entrambe le ovaie (menopausa chirurgica) si verifica una caduta improvvisa dei livelli ematici di testosterone.

Altre situazioni caratterizzate da bassi livelli di testosterone sono:

• Utilizzo di contraccettivi ormonali per via orale: riducono la produzione ovarica di testosterone e aumentano la sintesi di proteine (SHBG) a livello epatico, riducendo la frazione libera di testosterone

 • Terapia steroidea per via orale: sopprime la produzione surrenalica di testosterone

• Terapie anti-androgeniche per l’acne, l’irsutismo o la perdita di capelli: bloccano l’azione del testosterone a livello periferico

• Perdita di funzionalità dell’ipofisi (panipopituitarismo) 

Quali sono i benefici della terapia con testosterone?

Una revisione completa degli studi pubblicata nel 2019 ha messo in evidenza come le donne in menopausa con basso desiderio sessuale e conseguente stress personale possano trarre beneficio dalla terapia con testosterone. Tale revisione mostra inoltre che non ci sono dati sufficienti per trarre conclusioni su eventuali benefici della terapia con testosterone nelle donne in età fertile. 

La condizione caratterizzata da basso desiderio sessuale associato a stress personale è stata definita come Disordine del Desiderio Sessuale Ipoattivo (Hypoactive Sexual Desire Disorder, HSDD).

Se Lei pensa di poter soffrire di questa condizione, dovrebbe rivolgersi al suo medico per escludere tutte le possibili cause che possono essere correlate.

Solo una volta escluse altre cause, può essere presa in considerazione la possibilità di iniziare la terapia con testosterone.

Alcune donne vengono trattate con testosterone con indicazioni diverse dal Disordine del Desiderio Sessuale Ipoattivo.

La Società Internazionale della Menopausa ha recentemente riunito un team di esperti per revisionare le evidenze scientifiche alla base della terapia con testosterone, così da stilare e pubblicare le proprie raccomandazioni in una dichiarazione di consenso globale (2019).

La revisione degli studi non ha evidenziato un chiaro beneficio del testosterone nel migliorare il benessere generale ed il tono dell’umore, pertanto non dovrebbe essere utilizzato a questo scopo.

Le raccomandazioni concludono, inoltre, che non vi sono sufficienti evidenze che giustifichino l’utilizzo del testosterone per qualsiasi sintomo o condizione medica al di fuori del Disordine del Desiderio Sessuale Ipoattivo.

Come viene prescritta la terapia con testosterone?

La somministrazione per via orale non è raccomandata sia nell’uomo che nella donna, a causa dell’impatto sfavorevole sul profilo lipidico.

La via di somministrazione consigliata è quella transdermica (gel, crema, cerotto o impianto sottocutaneo).

Il dosaggio appropriato dovrebbe riprodurre livelli circolanti di testosterone simili a quelli che si osservano fisiologicamente nelle donne in età fertile.

Livelli più alti possono determinare effetti collaterali come irsutismo, perdita di capelli e acne e non sono considerati sicuri.

La disponibilità di prodotti a base di testosterone per la donna è limitata. La raccomandazione riportata nella dichiarazione di consenso globale (2019) è di utilizzare, in assenza di formulazioni destinate al genere femminile, una quantità ridotta di formulazioni approvate per gli uomini (secondo prescrizione medica), monitorando regolarmente i valori di testosterone circolante, che non devono superare i valori fisiologici di una donna in età fertile.

TEST per identificare una possibile carenza di testosterone:

Se risponde “sì” ad una delle seguenti domande, dovrebbe discuterne con il suo ginecologo per valutare quale possa essere il trattamento più appropriato per Lei:

1. Ha secchezza, fastidio o dolore durante la penetrazione vaginale?

2. Ha notato una perdita di desiderio sessuale o una riduzione di fantasie sessuali?

3. Si sente meno responsiva al partner dal punto di vista sessuale?

4. Si sente meno responsiva alle stimolazioni sessuali?

5. Ha difficoltà a raggiungere l’orgasmo?

6. Se ha risposto affermativamente a una delle domande sopra, ciò rappresenta un fastidio o uno stress per lei?

7. Se ha risposto affermativamente a una delle domande sopra, vorrebbe iniziare un trattamento per modificare questi aspetti? 

******

Giornata Mondiale della Menopausa 2018

La Giornata mondiale della menopausa si tiene ogni anno il 18 ottobre per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla salute delle donne di mezza età. La campagna di sensibilizzazione del 2018 si concentra sul benessere sessuale dopo la menopausa .

La salute sessuale è uno stato di benessere fisico, emotivo, mentale e sociale legato alla sessualità. Dopo la menopausa non è raro che le donne sperimentino problemi sessuali che possono compromettere gravemente le loro relazioni, la salute mentale, il funzionamento sociale e la qualità della vita generale. Questa campagna mira a dimostrare che è curabile.

Il benessere sessuale diminuisce spesso in seguito alla transizione della menopausa e può essere associato a un significativo disagio personale e relazionale. 

Questa angoscia è il segno distintivo della disfunzione sessuale femminile (FSD).

 L'International Menopause Society sta lavorando per aumentare la consapevolezza dell'FSD e per fornire un quadro ai professionisti per affrontare le preoccupazioni relative alla medicina sessuale. Questo mira a rivedere il processo di cura del benessere sessuale femminile dopo la menopausa, dall'approccio iniziale alla discussione sulla FSD, all'identificazione di segni e sintomi clinici e alla fine alla determinazione delle migliori terapie bio-psicosociali disponibili.

Giornata Mondiale della Menopausa 2017

La campagna 2017 della Giornata mondiale della menopausa per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla salute delle donne di mezza età si concentra sul sanguinamento perimenopausale, un problema comune che non è mai stato affrontato in questa campagna prima, ed è complementare al tema generale del 16 ° Congresso mondiale IMS nel 2018, "La salute della mezza età nel 21 ° secolo", che si concentra sui problemi della perimenopausa.

Il sanguinamento uterino anomalo in perimenopausa

Il sanguinamento uterino anomalo è una delle lamentele più frequenti che si presentano nello studio di un ginecologo o nell'assistenza di base. La più ampia disponibilità di strumenti diagnostici ha permesso una diagnosi e un trattamento tempestivi di un numero crescente di disturbi mestruali Si devono valutare i vantaggi e gli svantaggi dell'ecografia transvaginale, del raschiamento endometriale "alla cieca" e dell'isteroscopia diagnostica. Una volta stabilita una diagnosi corretta, può essere intrapresa una terapia appropriata. 

Il professor Steven Goldstein, tesoriere dell'IMS e la professoressa Mary Ann Lumsden, presidente dell'IMS, hanno esaminato la letteratura disponibile e scritto una guida pratica intitolata "Sanguinamento uterino anomalo nella perimenopausa". Questo si concentra su background ed eziologia, indagini e diagnosi e, infine, opzioni di trattamento disponibili in ambito clinico. La recensione è disponibile per il download sul sito Web Taylor & Francis e sarà pubblicata nella copia cartacea della nostra rivista peer-reviewed, Climacteric, nell'ottobre 2017.

Giornata Mondiale della Menopausa 2016

Per coordinarsi con il tema del Congresso mondiale del 2016, "Heart Health Matters", la campagna di sensibilizzazione sulla Giornata mondiale della menopausa di quest'anno evidenzia l'opportunità di utilizzare il periodo della menopausa per valutare i fattori di rischio specifici delle donne e prevenire lo sviluppo di malattie cardiovascolari.

Sebbene sia una malattia legata all'invecchiamento, la malattia vascolare inizia molto prima. Pertanto, è necessario essere consapevoli del potenziale per prevenire lo sviluppo della malattia fin dalla tenera età e continuare questa sorveglianza per tutta la vita. 

Il periodo della menopausa e la menopausa precoce rappresentano un'opportunità ideale per valutare il rischio cardiovascolare e pianificare di conseguenza. Generalmente in questo periodo, le donne saranno viste da operatori sanitari primari e specialisti non cardiovascolari. Questa recensione affronta i fattori di rischio specifici delle donne che possono contribuire al potenziale sviluppo della malattia cardiovascolare (infarto, ictus, ecc). È importante per tutti gli operatori sanitari che si occupano di donne nella mezza età e oltre, conoscere questi fattori di rischio e avviare misure preventive specifiche per le donne o fare riferimento a uno specialista cardiovascolare.

Giornata Mondiale della Menopausa 2015

Per celebrare la Giornata mondiale della menopausa il 18 ottobre 2015, IMS ha lanciato una nuova campagna sul tema "Cosa viene in mente: la menopausa e il cervello che invecchia".

Dopo la menopausa, aumenta il rischio di perdita della memoria, ma semplici cambiamenti nello stile di vita possono aiutare a prevenire gli effetti dell'invecchiamento e mantenere la salute e la vigilanza del cervello.

L'autore principale, il professor Victor Henderson, ha commentato:

"I risultati hanno suggerito che la dieta mediterranea integrata dall'olio d'oliva e l'esercizio del tai chi può migliorare la cognizione globale, e la dieta mediterranea più gli integratori di olio d'oliva e isoflavone di soia possono migliorare la memoria. L'allenamento cognitivo e altre forme di attività mentale possono avere anche benefici cognitivi. Concludiamo che alcuni interventi che possono essere auto-iniziati da una mezza età sana e dagli anziani possono ridurre l'impatto dell'invecchiamento cognitivo ".

Un toolkit educativo di materiali è stato sviluppato per supportare le iniziative durante tutto il mese di ottobre per sensibilizzare su questo potenziale problema di salute e molti sono stati tradotti in lingue chiave per garantire che la campagna abbia una prospettiva veramente internazionale.

Giornata Mondiale della Menopausa 2014

Per celebrare la Giornata mondiale della menopausa il 18 ottobre 2014, IMS ha lanciato una nuova campagna sul tema "Prevenzione delle malattie dopo la menopausa".

Dopo la menopausa c'è un aumentato rischio di sviluppo di malattie croniche e questa campagna esamina la logica della prevenzione e l'opportunità di identificare i rischi e avviare strategie di prevenzione per le malattie croniche che iniziano a manifestarsi circa 10 anni dopo l'inizio della menopausa. Queste malattie sono una delle principali fonti di morbilità, riduzione della qualità della vita, mortalità e onere economico.

L'autore principale del Libro bianco, il professor Roger Lobo, ha commentato; 
“In menopausa, le donne hanno la possibilità di prendere provvedimenti che aiuteranno a determinare se continuano a vivere una vita sana e attiva. Vi sono alcune condizioni, ad esempio l'osteoporosi e le malattie cardiovascolari, che sono chiaramente associate direttamente alla menopausa, mentre altre sono più associate all'aumentare dell'età. La menopausa offre alle donne l'opportunità di rivedere la propria salute e stile di vita e di apportare cambiamenti a beneficio del loro benessere futuro ”. 
"Molte delle misure che una donna può prendere sono semplici ma efficaci", ha continuato. "Fai un po 'più di esercizio fisico, mangia un po' meno, se consumi alcolici, fallo con moderazione".

Un toolkit educativo di materiali è stato sviluppato per supportare le iniziative dei paesi locali durante tutto il mese di ottobre per sensibilizzare su questo potenziale problema di salute e molti sono stati tradotti in lingue chiave per garantire che la campagna abbia una prospettiva veramente internazionale.

Giornata Mondiale della Menopausa 2013

Per celebrare la Giornata mondiale della menopausa, il 18 ottobre 2013, IMS ha lanciato una nuova campagna con il tema "Oncologia nella mezza età e oltre".
 
Dopo la menopausa c'è un aumentato rischio di cancro e quindi essere proattivi nel gestire uno stile di vita sano ridurrà significativamente questo rischio. Strategie preventive, come la riduzione del fumo e del consumo di alcol, la perdita di peso, una dieta sana e un'attività fisica e l'implementazione dello screening potrebbero contribuire a ridurre significativamente l'incidenza e la mortalità per cancro.
 
La prof.ssa Anne Gompel, ha commentato;
 
"Il cancro è responsabile di circa il 15% di tutti i decessi in tutto il mondo (per entrambi i sessi), ma circa il 20-25% delle donne muore di cancro ogni anno. Essere consapevoli del problema del cancro e di come si possono prendere misure per ridurre il rischio di contrarlo è di vitale importanza per tutte le donne. L'incidenza della maggior parte dei tumori aumenta con l'età, il che rende particolarmente importante per le donne in menopausa, e anche dopo la menopausa, essere consapevoli di questo rischio crescente. Le donne devono essere in sintonia con i loro corpi e cercare eventuali cambiamenti che potrebbero indicare un problema. 
Una delle soluzioni è che ogni donna si assicuri di andare regolarmente a farsi visitare dal suo medico, per discutere della sua salute generale e organizzare controlli adeguati. Le donne devono anche cercare di vivere uno stile di vita il più sano possibile: sappiamo tutti cosa significa mangiare meglio, fare più attività fisica, non fumare e così via ”.

 
Un toolkit educativo di materiali è stato sviluppato per supportare le iniziative durante tutto il mese di ottobre per sensibilizzare su questo potenziale problema di salute e molti sono stati tradotti in lingue chiave per garantire che la campagna abbia una prospettiva veramente internazionale.
 

Giornata Mondiale della Menopausa 2012

Per celebrare la Giornata mondiale della menopausa, il 18 ottobre 2012, l'IMS ha lanciato una nuova campagna per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'aumento di peso in menopausa e le implicazioni che può avere sulla salute futura delle donne nel periodo post-menopausa. 

Per le donne di età compresa tra 55 e 65 anni, l'aumento di peso è una delle loro maggiori preoccupazioni per la salute e molti non sono consapevoli delle implicazioni per la salute di un aumento di peso eccessivo, in particolare intorno all'addome, che è associato ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari e metaboliche, e influisce anche negativamente sulla qualità della vita e sulla funzione sessuale legate alla salute.

Tobie de Villiers, presidente di IMS, ha commentato;

“ Come risultato della revisione delle prove, l'IMS conclude che i cambiamenti ormonali che si verificano quando le donne attraversano la menopausa contribuiscono in modo sostanziale all'aumento dell'obesità addominale centrale che porta ad un aumento della salute fisica e psicologica. Vi è una forte evidenza che la terapia con estrogeni può in parte prevenire questo cambiamento legato alla menopausa nella distribuzione del grasso corporeo e gli effetti metabolici associati. Tuttavia, sono necessari ulteriori studi per identificare le donne che hanno maggiori probabilità di trarre beneficio metabolico dalla terapia ormonale in menopausa al fine di sviluppare raccomandazioni cliniche basate sull'evidenza. ”

Un toolkit educativo di materiali è stato sviluppato per supportare le iniziative durante tutto il mese di ottobre per sensibilizzare su questo potenziale problema di salute e molti sono stati tradotti in lingue chiave per garantire che la campagna abbia una prospettiva veramente internazionale.

Giornata Mondiale della Menopausa 2011

Per celebrare la Giornata mondiale della menopausa, il 18 ottobre 2011, IMS ha lanciato una nuova campagna per sensibilizzare sui sintomi vasomotori come vampate di calore e sudorazioni notturne. 

La prevalenza di questi sintomi varia in tutto il mondo con 1 donna su 5 colpita in Asia, a differenza del 74% delle donne segnalate in Europa. 

Questi sintomi sono sia angoscianti che debilitanti per molte donne e questa campagna è concepita come un invito all'azione, per incoraggiare un maggior numero di donne a chiedere aiuto ai loro medici e a considerare le opzioni di trattamento sicure ed efficaci disponibili nei loro paesi.

Commenta il presidente dell'IMS, dott. Tobie de Villiers
 
"Troppo spesso i sintomi angoscianti associati alla menopausa non sono presi abbastanza sul serio. Gli stress causati da questi sintomi possono avere un effetto significativo non solo sulla vita di una donna, ma anche sulla vita di coloro che le sono vicini, per un periodo di anni. Una donna non può semplicemente "sorridere e sopportarlo" - magari fosse così semplice. Questi sono sintomi preoccupanti causati dalla menopausa, che portano a problemi fisici e psicologici nella vita di tutti i giorni. Le donne devono rendersi conto che non devono sopportarli. Per la maggior parte delle donne ci sono modi per superare questi problemi e una donna che sta attraversando una menopausa difficile dovrebbe sempre parlarne con il suo medico per trovare la soluzione migliore per lei ".

Giornata Mondiale della Menopausa:18 ottobre