Menopausa Capogiri e Vertigini: cause e rimedi. Ginecologa a Roma

Esiste un sintomo che può comparire nelle donne in menopausa e che spesso non viene considerato come sintomo tipico o correlato alla menopausa: le vertigini.

Raccogliendo la storia clinica delle pazienti che ho avuto la fortuna di incontrare, molto spesso, nel corso del colloquio approfondito che si svolge prima della visita, con le opportune domande salta fuori, oltre agli altri più tipici come le vampate o la secchezza vaginale, anche la sensazione di capogiro, di vertigini, che più o meno frequentemente compare nel corso della giornata.

Ma quali sono esattamente le cause per cui è possibile che in menopausa compaiano le vertigini?

Le cause possono essere individuate nei seguenti fattori:

- INVECCHIAMENTO: la serie di processi di invecchiamento a carico dell’orecchio interno e di altri organi deputati al mantenimento dell’equilibrio può determinare la comparsa di vertigini, sbandamenti che possono portare a problemi di equilibrio e cadute

- MODIFICAZIONI ORMONALI: a partire dal periodo che precede la menopausa, che può durare anche diversi anni, si verificano delle modificazioni dell’assetto ormonale che coinvolgono soprattutto gli estrogeni e il progesterone.

Questi ormoni oltre ad avere un ruolo importante nei processi riproduttivi, possono influire sulle funzioni di vari organi.

- A livello del cervello ad esempio intervengono nella regolazione dell’equilibrio, in particolar modo gli estrogeni partecipano a livello cerebrale a inquadrare la posizione del corpo in relazione all’ambiente che lo circonda. 

Quando si abbassano i livelli di estrogeni in menopausa questa funzione viene compromessa e questa riduzione dei livelli ormonali provoca la comparsa di vertigini e problemi di equilibrio

- A livello cardiaco in menopausa ci possono verificare alterazioni del ritmo, in particolare l’aumento che dà origine a tachicardia e palpitazioni. Le alterazioni del ritmo cardiaco possono provocare anche le vertigini.

- Gli estrogeni intervengono anche nel metabolismo glucidico, facilitando un equilibrio e un corretto apporto cellulare di glucosio alle cellule.

Una carenza di estrogeni può alterare questo processo, le cellule non ricevendo più un apporto costante ed equilibrato di glucosio, possono scatenare dei sintomi come stanchezza, vertigini, capogiri.

- A livello dell’orecchio interno gli estrogeni hanno un ruolo nel mantenimento dell’equilibrio, una loro carenza è correlata alle vertigini che si avvertono con i movimenti, la vertigine posizionale parossistica benigna (BPPV).

Esistono poi anche delle cause correlate allo stato di menopausa che scatenano in modo indiretto le vertigini, alcuni esempi sono:

- Le vampate di calore, percepite dal 75% delle donne spesso si associano a disorientamento e capogiri
- L’insonnia e i disturbi del sonno, specialmente se diventano cronici possono rallentare le funzioni cerebrali e possono determinare anche la comparsa di vertigini
- L’ansia, le preoccupazioni o le crisi di panico che possono comparire nelle donne in menopausa dovute sia alla situazione ormonale che agli eventi di vita relazionale tipici della mezza età possono scatenare anche il sintomo vertigine.
- Il mal di testa, in particolar modo l’emicrania può associarsi a capogiri e vertigini

Cosa fare quindi se ci accorgiamo in menopausa di avere anche capogiri e vertigini? Quali sono i rimedi?

Le donne che manifestano questi sintomi dovrebbero rivolgersi subito al medico di base e alla ginecologa prima di tutto, specialmente se il sintomo persiste e tende a peggiorare influenzando negativamente l’attività quotidiana.

La ginecologa provvederà ad integrare eventuali carenze ormonali, attraverso la prescrizione di una terapia ormonale sostitutiva con ormoni bioidentici o altri tipi di rimedi non ormonali qualora ci fossero controindicazioni, e darà gli opportuni suggerimenti riguardo lo stile di vita e l’alimentazione.

Il medico di base potrà individuare eventuali patologie associate e indirizzare, laddove necessario, allo specialista più indicato (otorinolaringoiatra, neurologo, diabetologo, ecc.) per le cure più indicate.

Dott.ssa Vincenza De Falco, Specialista in Ginecologia e Ostetricia a Roma

*********************

GINECOLOGA ESPERTA in Menopausa e Premenopausa a Roma

La dott.ssa Vincenza De Falco è specializzata in Ginecologia e Ostetricia ed è esperta per la diagnosi e il trattamento dei disturbi legati alla menopausa.

Da più di vent'anni si dedica con particolare attenzione alla salute della donna in premenopausa e in menopausa, portando avanti con passione progetti di studio e di ricerca.

Fornisce le seguenti consulenze specifiche per il periodo che precede (pre-menopausa) e durante la menopausa a Roma:..

Informazioni e Prenotazioni: Tel: 351 8401750

DOVE SIAMO

 ESCAPE='HTML'

viale Regina Margherita, 239 - 00198 Roma

*********************

ARTICOLI DI APPROFONDIMENTO

******

Sintomi e Disturbi della menopausa

I sintomi più tipici che possono comparire anche nel periodo che precede la menopausa, sono le vampate che possono essere associate a sudorazione più o meno profusa, la secchezza vaginale, il calo del desiderio sessuale, i disturbi dell'umore come irritabilità, ansia, depressione, l'insonnia, la stanchezza, palpitazioni e tachicardia, i dolori articolari, l'aumento di peso, la pancia gonfia, la perdita di capelli, la secchezza della bocca e degli occhi (occhio secco), la perdita di tono muscolare e di forza muscolare (sarcopenia), capogiri, vertigini, l'osteopenia e l'osteoporosi e altri disturbi che ritroverete descritti in vari articoli di questo sito con i miei suggerimenti e consigli per poterli affrontare e risolvere.

Dott.ssa Vincenza De Falco, Specialista in Ginecologia e Ostetricia...

******

Menopausa capogiri e vertigini: cause e rimedi Ginecologa Roma