Crea sito

Statura più bassa in menopausa, le cause? Si può evitare?

12/05/2016

Gent.ma dottoressa De Falco,

sono in menopausa da 6 anni e sono diventata più bassa di statura di quasi 4 cm rispetto a quando avevo ancora le mestruazioni.

Non ho fatto cure per la menopausa, anche perché non ho avuto grossi problemi di vampate,  dolori alla schiena e alle mani invece sì, li ho avuti e ce li ho ancora.

Ho letto che la menopausa fa diventare più basse, ma è vera questa cosa? Come mai succede, quali sono le cause, e si può fare qualcosa per evitare di diventare più basse?

Grazie infinite.

Maria

 

Cara signora Maria, ebbene si, le confermo che in menopausa è possibile diventare più basse.

Perché succede questo?

A causa di due fattori in modo particolare:

1) La riduzione degli spazi tra le vertebre: una riduzione dovuta al fatto che i dischi intervertebrali, dei veri e propri “cuscinetti di ammortizzamento” che ci sono tra una vertebra e l’altra cominciano a perdere delle preziose sostanze come il collagene, l’elastina e i glicosamino glicani che servono ad idratare e a mantenere al top questi cuscinetti.

In menopausa a causa della riduzione degli estrogeni si riduce la produzione di un particolare tipo di cellule i fibroblasti che sono deputate a favorire la produzione di queste sostanze, ecco perché i dischi intervertebrali perdono acqua, si assottigliano e diventano rigidi e i centimetri purtroppo si riducono.

2) L’osteoporosi: sempre a causa della riduzione degli estrogeni, può accadere che una donna in menopausa possa sviluppare l’osteoporosi, una malattia che rende le ossa fragili.

In questo caso la donna può avere delle microfratture a livello delle vertebre che provocano un vero e proprio crollo vertebrale, con riduzione dell’altezza delle vertebre interessate, che sommata al fattore precedente aggrava ulteriormente le cose.

Questi due fattori oltre a provocare un abbassamento della statura, sono causa anche di altri danni, perché provocano una instabilità e una deformazione della colonna vertebrale con dolore e invalidità, in caso di osteoporosi poi, che si realizza in genere in età più avanzata, la donna tende anche a piegarsi in avanti, ad ingobbirsi.

Come si può evitare tutto questo?

Cominciando ad agire tempestivamente, cioè prima che si possano realizzare queste due evenienze con una adeguata prevenzione.

Abbiamo visto che la riduzione degli estrogeni è il fattore chiave implicato sia nell’assottigliamento dei dischi intervertebrali, sia nell’osteoporosi, quindi cominciare ad assumere una terapia ormonale sostitutiva a base di estrogeni fin dall’inizio della menopausa, può limitare e prevenire queste due evenienze.

Laddove però ci fossero controindicazioni alla terapia  ormonale, è necessario lavorare sullo stile di vita ed assumere eventualmente altri tipi di terapie per la prevenzione dell’osteoporosi.

Per evitare e prevenire una riduzione degli spazi vertebrali è utile svolgere un’attività fisica regolare in particolare la ginnastica in acqua, il nuoto e lo stretching, legga questo articolo a proposito delle attività sportive in acqua che può fare una donna in menopausa, ma soprattutto PRIMA che vada in menopausa:

La prevenzione dell'osteoporosi deve cominciare dall’infanzia, fin da bambine è necessario adottare queste 3 regole:

1) Alimentazione corretta ed equilibrata

2) Attività fisica regolare

3) Esposizione adeguata ai raggi solari

Per capire perché è importante adottare queste tre regole e perché è importante cominciare da bambine e proseguire poi per tutta la vita, legga:

L'esame che è opportuno fare per valutare lo stato di salute dell'osso, che consente di fare diagnosi di osteopenia o osteoporosi è la MOC, nel caso in cui non l'avesse già effettuata, ne parli con il suo ginecologo.

Un caro saluto.

Dott.ssa Vincenza De Falco, specialista in Ginecologia e Ostetricia

******

Articoli da leggere correlati all'argomento trattato

******

MOC: l'esame per la diagnosi dell'osteoporosi

MOC: un esame che misura la salute delle tue ossa

10/06/2013

La MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata) è un esame importante da fare nella donna in menopausa.

A che cosa serve la MOC?

Serve a misurare in modo abbastanza accurato e preciso la densità dell’osso (BMD),
Consente di rilevare condizioni di osteopenia e osteoporosi insieme ad altri tipi di esami di laboratorio che si possono associare alla MOC.

Grazie a questo esame si può valutare il profilo globale della salute dell’osso e  fare quindi una diagnosi precoce accertando il rischio di andare incontro all’osteoporosi negli anni successivi...

******

Cure per l'osteoporosi

Anche nel caso dell’osteoporosi la terapia va personalizzata e modellata su ogni paziente, non esiste una terapia che va bene per tutte.

Esistono vari tipi di farmaci che possono essere utilizzati per la cura di questa malattia, ma vi ricordo che la prevenzione cominciata dall’infanzia è fondamentale, se non l’avete fatta voi, fatela fare alle vostre figlie.

Voglio sottolineare che per ogni terapia, e quindi anche per queste indicate per l’osteoporosi è importante...

******

Statura più bassa in menopausa, le cause? Si può evitare?