Crea sito

Nigella Sativa: riduce il colesterolo e la glicemia in Menopausa

22/01/2014

La Nigella Sativa, conosciuta anche come cumino o sesamo nero, è una spezia usata per condire vari tipi di pietanze, conosciuta fin dall'antichità.

Grazie ad alcune sostanze in esso contenuta, in particolare il timoquinone, esercita numerosi effetti benefici sulla salute.

In particolare, uno studio recentemente effettuato da ricercatori dellla Malesia, pubblicato sulla rivista scientifica Menopause, ha messo in evidenza la capacità di ridurre il colesterolo e la glicemia in un gruppo di donne in menopausa.

In particolare somministrando 500 mg di semi di nigella sativa in polvere, al giorno per 180 giorni si è notata una riduzione del colesterolo, dei trigliceridi e della glicemia.

 Gli autori dello studio concludono, che la nigella sativa in futuro potrebbe essere usata per la prevenzione e la cura della sindrome metaboloca, una sindrome caratterizzata da un aumento del colestrolo e/o trigliceridi e il diabete, che più frequentemente si verifica una volte andate in menopausa.

Tuttavia però non si può considerare la nigella sativa come un'alternativa ai farmaci, ma può essere assunto come integratore o anche come alimento, nei pazienti a rischio o con lieve o moderata sindrome metabolica per cercare laddove possibile di evitare l'assunzione di farmaci.

Lo studio è stato fatto su poche pazienti, quindi saranno necessari ulteriori studi per valutare l'efficacia della nigella sativa sulla sindrome metabolica nelle donne in menopausa.

Fonte:

Potrebbe interessarti anche: